Cookies

Questo sito web utilizza i cookie per ottimizzare la navigabilità e la condivisione sui social network. Se non acconsenti all’utilizzo dei cookie, alcune di queste funzionalità potrebbero non essere disponibili. Chiudendo questo banner e/o comunque continuando a consultare le pagine web si intende acquisito il consenso.


Per maggiori informazioni consulta la privacy policy

gli eventi in programma

sito web in allestimento

gentile utente stiamo elaborando il nuovo sito web dell’Associazione Culturale Scienza Viva

Ci scusiamo per eventuali disagi…

11 maggio 2018

ore 15.30 Centro della Scienza – Calitri (Av)

4 maggio 2018

ore 15.30 Università di Salerno

gli exhibit della mostra “le RUOTE QUADRATE”

RUOTE QUADRATE

Su un tavolo sufficientemente lungo è disposta una pista gibbosa. Questa è costituita da una “rampa” di lancio seguita da sette gobbe identiche consecutive, aventi come profilo un arco di catenaria. Se un visitatore mette in rotazione sulla pista un “veicolo” di forma quadrata, con il lato lungo esattamente quanto l’arco di catenaria, nota che esso procede senza intoppo fino alla fine, nonostante i suoi spigoli. Su una pista del genere, insomma, una ruota quadrata riesce a rotolare perfettamente, come fa un cilindro su un piano orizzontale. E’ possibile verificare che durante il moto l’altezza del baricentro della ruota si mantiene costante.

ISOLA LUMINOSA

Al  centro del tavolo e’ collocata una lampadina a filamento verticale di 200 Watt, alloggiata in un cilindro metallico e raffreddata opportunamente da un ventilatore sottostante. Alcune sottili fessure praticate sulla superficie laterale del cilindro consentono il passaggio di fasci di luce cui il visitatore può realizzare esperienze di riflessione e di rifrazione. Infatti sul tavolo, egli ha a disposizione due prismi di plexiglas, alcuni schermi di forex per fare fenditure più sottili, specchi piani, specchi cilindrici e filtri colorati (rosso, verde e blu).

OMBRE COLORATE

Tre faretti dicroici di colore rosso, verde e blu da 50 watt sono puntati contro una parete bianca. La mescolanza delle loro luci dà ancora il bianco ma, se qualcuno passa davanti ad essi, il visitatore può notare sulla parete ombre di colori diversi: nero, cyan, giallo e magenta, oltre a quelle che producono il rosso, il verde e il blu dei faretti. Si comprende quali sono i colori primari e quelli complementari.

attività svolte

11 maggio 2018

presso il Centro della Scienza – Calitri (Av)

4 maggio 2018

presso Università di Salerno

evento

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisci elit, sed eiusmod tempor incidunt ut labore et dolore magna aliqua

progetti sviluppati

EDUCAZIONE SCIENTIFICA ATTRAVERSO I COLORI Science Education through colours

ARTICOLI:

I colori del prisma, quelli delle pellicole di sapone ed altri ancora

(P. Cerreta – Congresso AIF Trento 2015)

La coppia di Ṭūsī – Cultura persiana, ingegno italiano

.

Il pendolino, il versorium e l’elettroscopio I fondamenti sperimentali e storici dell’elettricità